Scoliosi e Riabilitazione, Focus

La Scoliosi è una deviazione della colonna vertebrale. Non esiste una causa nota e comunque specifica ma secondo studi avanzati la deviazione della colonna non è altro che il segnale visibile di una sindrome ad origine multi fattoriale molto più complessa.
Tra i vari fattori collegati, preponderante è l’argomento “postura”. Ragione per la quale l’esercizio fisico diviene virale nella riduzione del cedimento posturale e per garantire, nella buona sostanza, un miglioramento nella facoltà di controllo neuromuscolari.
Tutto ciò apporterebbe uno stop alla rapidità di avanzamento della scoliosi.

TRATTAMENTO RIABILITATIVO
La scoliosi è una patologia complicata, in cui si distinguono due momenti:
La fase 1 e giovanile: si instaura una rotazione e si creano le curve scoliotiche.
La Fase 2 e avanzata: le curve appaiono stabili, e i trattamenti sono orientati al miglioramento del dolore.

Prima di impostare interventi riabilitativi è opportuna una valutazione della malattia che consiste, tra le altre cose, in:
osservazioni del paziente per il riscontro di lordosi cervicale e lombare, cifosi dorsale, rotazioni del bacino, dislivello delle spalle.
valutazioni radiologiche.
misurazione, tra gli altri, di peso e statura.

Tra i meccanismi terapeutici di scoliosi minori c’è la rieducazione postulare, il rafforzamento muscolare, mobilità.

Bisognerà in seguito lavorare sulle catene muscolari, sull’elasticizzazione dei muscoli retratti e sullo svolgimento di esercizi che migliorino la postura.
L’allenamento può durare diversi mesi.